LE RESIDENZE DELLA CORONA DI TOSCANA - UN SISTEMA TERRITORIALE DAI MEDICI AI SAVOIA

LE RESIDENZE DELLA CORONA DI TOSCANA - UN SISTEMA TERRITORIALE DAI MEDICI AI SAVOIA

copertina_fronte_volume1copertina_c2
di Marco Frati

Il progetto nasce da esperienze di ricerca condotte nell'ambito della Scuola di Dottorato in Storia e Critica dei Beni Architettonici e Ambientali del Politecnico di Torino e della Scuola di Specializzazione in Beni Storico-Artistici dell'Università di Firenze. La Regione Toscana ha di recente ottenuto l'inserimento di 14 siti medicei (12 ville e 2 giardini) nella Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO. Il prezioso riconoscimento sostiene la promozione della conoscenza, della tutela e della valorizzazione di quei beni architettonico-paesaggistici e di quelli storico-artistici in essi contenuti. Al raggiungimento di queste importanti mete si vuol contribuire proponendo una ricerca intorno alle ville medicee inserite nell'intero sistema delle residenze della Corona di Toscana, dalla loro fondazione fino alla loro alienazione, dall'età dei Medici a quella dei Savoia. L'insieme dei beni immobili granducali ha costituito una rete di luoghi di produzione e di stimolo all'economia locale, e, insieme alle infrastrutture, ha favorito il formarsi dell'ossatura che ancora oggi è alla base dell'organizzazione territoriale della Regione. Per la prima volta il libro vuole ripercorrere le vicende delle ville medicee dalla costituzione delle grandi proprietà agricole di Cosimo il Vecchio fino alla rinuncia alle residenze di Vittorio Emanuele III, passando per i cambiamenti dinastici (dai Medici ai Lorena e da questi ai Savoia), per le importanti scelte territoriali (gli acquisti in Mugello, le bonifiche in Valdarno e in Maremma, Firenze capitale d'Italia), per i mutamenti di gusto (dal medievalismo al classicismo, dal nitore manierista all'esuberanza barocca, dal decorativismo rococò al razionalismo neoclassico, dal paesaggismo romantico all'eclettismo risorgimentale) e per l'intreccio di richiami a significati politici e di orientamenti culturali individuali, allargando l'orizzonte dalla scala architettonica a quella territoriale e stringendo lo sguardo sui programmi decorativi. L'opera, corredata da un ricco apparato illustrativo e documentario, è destinata sia ad un pubblico di specialisti e appassionati, per la novità di approccio e la completezza delle informazioni, ma anche a lettori che non hanno una conoscenza specifica della materia, per l'intento sintetico e descrittivo, costituendo una guida alla scoperta dei siti e del loro contesto.
ACQUISTALO ORA
Facebook